Gruppo Spontaneo Trallalero

Nel comune patrimonio musicale italiano il “trallalero” è
uno dei più suggestivi, personali ed irripetibili esemplari di
espressione canora popolare. Esso rappresenta uno stile di
polivocalità ritmica ad imitazione strumentale che ha il suo
luogo di maggior sviluppo nell’area urbana di Genova, ma
che si manifesta in un territori ben più vasto, seppur
discontinuo attraverso gran parte della Liguria.
La struttura fondamentale del “trallalero” è rappresentata da
cinque voci; tenore (u primmu); falsetto (u segundu o u
cuntretu); baritono (u cuntrubassu); voce chitarra
(imitazione dello strumento con voce nasale emessa mettendo
il dorso della mano davanti alle labbra); basso profondo.

Il Gruppo Spontaneo Trallalero dichiarato nel 2011 Gruppo di Interesse Nazionale dal Ministero della Cultura è fra i più rappresentativi ensemble della musica tradizionale europea.
Da oltre 30 anni è impegnato nella ricerca etnomusicologica, diffusione e valorizzazione del canto di tradizione orale delle regioni italiane con particolare attenzione per il Trallalero, canto polivocale ad imitazione strumentale unico al mondo, talmente radicato nel nostro territorio da aver resistito al “progresso” tecnologico, a tutte quelle “intemperie” che hanno cancellato parte del nostro patrimonio culturale!
Invitato ad esibirsi in concerto a festival nazionali ed europei (Ungheria, Croazia, Bretagna, Germania, Portogallo, Svizzera, Francia, Austria) riscuote unanimi consensi di pubblico e di critica e di personalità come Renzo Piano, Luciano Berio, José Saramago e come Beppe Grillo e Gino Paoli che hanno curato la presentazione di due dei loro lavori discografici. Numerose le partecipazioni a trasmissioni televisive con Mike Buongiorno, Adriano Celentano e Dario Fo. E’ stato diverse volte premiato in ambito europeo sia per la qualità artistica che per l’attività di ricerca.
In qualità di Associazione Culturale cura la creazione e organizzazione in collaborazione con i principali Enti liguri e non solo di concerti e manifestazioni come il festival internazionale “Settembre a Palazzo Ducale col Trallalero” o la mostra fotografica dedicata ad Alan Lomax, in collaborazione con Fondazione Lomax di New York.
Scambi con altre realtà musicali, artigianali e culturali del nostro territorio sono un’altra peculiarità dell’Associazione e proprio da questa lunga esperienza nasce da Laura Parodi e Alessandro Guerrini l’idea della creazione e l’organizzazione di un festival di musica e cultura di tradizione orale “Le Vie dei Canti” giunto nel 2018 alla 3’ edizione ed accolto come il “Festival che mancava” ndr.
E’ di Laura Parodi l’ideazione di seminari dedicati allo studio e cura della voce cantata e parlata realizzati con la direzione artistica del Prof. Franco Fussi di Ravenna e di corsi dedicati allo studio dei vari modi di canto di tradizione orale italiani e del Trallalero in particolare. Realizzati a Genova e fuori Liguria hanno fatto si che canterini giovani si siano avvicinati a queste forme di canto e di cultura. Il successo ottenuto ha portato alla richiesta della realizzazione di un corso di Trallalero tenuto da Laura Parodi e Alessandro Guerrini, a Goetthveigh in Austria, nel 2018, nell’ambito di un Festival internazionale

Alcune nostre collaborazioni: Comune di Genova, MIBAC Liguria, Regione Liguria, Fondazione Teatro Carlo Felice, Università di Genova, Fondazione CARIGE, Fondazione Palazzo Ducale, Conservatorio di Musica Niccolò Paganini di Genova, Fondazione De Andrè, Camera di Commercio di Genova, Porto Antico Spa-Genova, CAP&S e Porto di Genova, Palazzo della Meridiana-Genova, Gente di Mare coopsociale – Genova, Agorà consorzio sociale -Genova, Tatabox coop.sociale – Genova , Chance Eventi SUQ Festival – Genova, Regione Sardegna, Ass. Cult. Sarda Tellus, Comune di Saluzzo, Fondazione Bertoni – Saluzzo, Musa ONG UNESCO (AL), La Voce Artistica – Ravenna, Fondazione Lomax-New York

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *