Chi Siamo

Trent’anni di canti, partecipazione a festival locali, nazionali ed internazionali per valorizzare e far conoscere il canto di Genova, il Trallalero canto polivocale tradizionale ad imitazione strumentale unico al mondo, talmente radicato nel nostro territorio da aver resistito al “progresso” tecnologico, a tutte quelle “intemperie” che hanno cancellato parte del nostro patrimonio culturale!

Trent’anni di organizzazione di eventi come il Festival “Settembre a Palazzo Ducale col Trallalero”, di scambi con altre realtà musicali, artigianali e culturali del nostro territorio.

Proprio da questa lunga esperienza nasce l’idea dell’Associazione Culturale Gruppo Spontaneo Trallalero (dichiarato dal Ministero dei Beni Culturali “Gruppo di interesse nazionale”) di creare il festival di musica e cultura di tradizione orale Le Vie dei Canti.

Per continuare ad alimentare e percorrere quelle vie che fino ad oggi hanno contribuito a scrivere un simbolico spartito musicale che si può leggere sul  nostro territorio dove sono state create significative reti di scambio culturali e umane dando vita ad  appuntamenti che nel tempo sono diventati punti di riferimento per gli appassionati del mondo della musica di tradizione orale e non solo e che coinvolge sempre più persone creando in molti casi imprese locali diventate fonte di occupazione.

Non possiamo non sottolineare l’ottimo esito della prima e seconda edizione che hanno registrato grande afflusso di pubblico e consensi molto positivi anche degli addetti ai lavori.

Il Festival viene realizzato grazie al contributo di Fondazione San Paolo di Torino (maggior sostenitore), Fondazione CARIGE, Comune di Genova, Autogas Nord, Regione Sardegna e Ass. Cult. Sarda Tellus e con il sostegno di Regione Liguria, Fondazione Palazzo Ducale, Camera di Commercio di Genova, Comune di Sestri Levante, Comune di Chiavari e Ass.Cult. O Castello di Chiavari.

La 2a edizione del festival “Le Vie dei Canti” si è svolta da settembre a dicembre 2017 con vari appuntamenti in cui si sono esibiti alcuni fra i più longevi e rappresentativi gruppi di musica popolare italiani, che portano la musica e le tradizioni italiane nel mondo.


Gruppo Spontaneo Trallalero

  • Presidente: Vittorio Ghiglione
  • Tenore/U Primmu: Sandro Guerrini, Salvatore Lafauci
  • Contralto/Cuntretu: Laura Parodi
  • Baritoni/Cuntrubasci: Mauro Bozzini, Giampiero Merlo
  • Voce chitarra: Eugenio Rissotto, Cesare Campanini
  • Bassi/Basci: Gino Cambiaso, Francesco Giovenco, Pippo Maggiolo, Andrea Semino

Il Gruppo Spontaneo Trallalero riconosciuto nel 2011 (anno del 150° dell’Unità d’Italia) Gruppo di Interesse Nazionale dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali è fra i più rappresentativi ensemble della musica tradizionale italiana ed europea, impegnato nella diffusione e valorizzazione del Trallalero, canto a cappella tipico del genovesato e del suo immediato entroterra. L’Associazione svolge inoltre attività di ricerca e studi nonché raccolta di materiale per il recupero, conservazione e rappresentazione degli usi, costumi, tradizioni di Genova e della Liguria. Organizza stage di canto, festival, conferenze e seminari. Il coinvolgimento di elementi giovani all’interno del gruppo  è estremamente significativo e conferma la vivacità di questo canto tradizionale unico al mondo.

Esibizioni in Liguria, in diverse località d’Italia e all’estero in Austria, Francia, Bretagna, Svizzera, Croazia, Ungheria, Spagna, Germania, Portogallo, hanno decretato successo ed affermazioni per il GST. Apprezzamento confermato anche da molti personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura: da Renzo Piano che nel suo studio di Genova propone l’ascolto dei canterini, a Luciano Berio, Beppe Grillo e Gino Paoli (quest’ultimo ha curato la presentazione del disco “Qui si formano i bei concerti” pubblicato dal GST grazie al contributo della Cassa di Risparmio di Genova).

Il GST è stato presente anche nelle principali emittenti TV private e pubbliche, in trasmissioni come la “Ruota della Fortuna” di Mike Bongiorno, “125 milioni di caz.te” di Adriano Celentano, che ha cantato con loro insieme al premio Nobel Dario Fo, il Premio Nobel José Saramago e Moni Ovadia.

Nel 2006 è stato presentato a Palazzo Ducale in occasione del ventesimo compleanno del GST il libro di Laura Parodi con CD allegato “La Partenza – Canzoniere del Trallalero” (Ed. Il Golfo) unica pubblicazione ad oggi contenente i testi dei Trallaleri e quindi utilizzata per i corsi di Etnomusicologia. Dal 2001 al 2007 il GST ha organizzato il Festival Internazionale dedicato alla polivocalità “Settembre a Palazzo Ducale col Trallalero con direzione artistica di Laura Parodi e Arnaldo Bagnasco.

Il GST ha all’attivo 6 lavori discografici di cui gli ultimi, CantoRiondo e Vagabondo, hanno ricevuto riscontri molto positivi di pubblico e critica, in Italia e in Europa. Al Festival della Canzone Dialettale d’Autore di Albenga si aggiudica il 1’ premio con il brano Minindé. Il “Seminario di Trallalero” ideato da Laura Parodi è una peculiarità del GST che lo realizza anche fuori Liguria su invito di Associazioni ed Enti locali. Invitati in Austria al prestigioso Festival Internazionale di Vegesak, al Castello di Potentino da Charlotte Green, a Roma all’Auditorium Parco della Musica da Ambrogio Sparagna, al Teatro Modena di Genova da Carlin Petrini. Nel 2011 riceve il “Premio alla Carriera” in occasione della 20’ edizione del Festival del Mediterraneo. Il GST è stato invitato dal prof. Franco Fussi a Ravenna Teatro Alighieri al Convegno Internazionale “La Voce Artistica” e nel 2016 in Corsica per rappresentare Genova nella mostra “Corsica Genovese” al Museu de Bastia.